Feb 1, 2012 - racconti brevi    2 Comments

Mida moderno

 

essere e apparire

 

Era ricco, ma non abbastanza, potente ma non quanto avrebbe desiderato. Mangiava pochissimo, non perchè non amasse mangiare ne la buona cucina, ma solo perchè considerava un enorme spreco dover spendere soldi anche per quello che poi a fine digestione sarebbe ineluttabilmente finito dentro la tazza del “cesso”. Desiderava essere sempre più potente e sempre più ricco, avrebbe voluto essere come Re Mida, trasformare in oro tutto quello che avrebbe potuto toccare. Così, quando inaspettatamente e per un occasione del tutto fortuita gli fu concesso di esprimere un desiderio che si sarebbe avverato, il primo impulso fu quello di chiedere di essere appunto come Re Mida, poter trasformare in oro tutto ciò che avrebbe toccato. Ma all’ultimo momento un dubbio lo trattenne. Se tutto quello che avesse toccato si fosse strasformato in oro, non avrebbe più potuto mangiare, bere, fare all’amore, cosa a cui non poteva assolutamente rinunciare. Così, ricordandosi improvvisamente della gallina dalle uova d’oro, pensò bene di mediare la cosa. Avrebbe potuto mangiare e bere, senza il fastiodio di doverlo considerare un inutile spreco. Chiese che i suoi escrementi si trasformassero in oro non appena evacuati. E così fu. Non appena i resti reflui lasciavano l’intestino a contatto con l’aria assumevano subito un bel colore giallo brillante, solidificavano e si trasformavano in oro. La sua gioia fu grande. Ora avrebbe potuto mangiare tutte le cose più prelibate e costose, avrebbe soddisfatto nel modo migliore il proprio palato  considerando che gli scarti avrebbero lautamente compensato il suo piacere. Ma per sua disgrazia non gli riusci mai di vendere un solo grammo di quell’oro. Sì perchè per quanto fosse oro puro, giallo, brillante e solido, puzzava sempre di merda.

Morale della favola, non importa quanto tu faccia per apparire diverso, se sei uno stronzo rimarrai sempre tale.

                                                                              refusi

Mida modernoultima modifica: 2012-02-01T15:07:00+00:00da refusi
Reposta per primo quest’articolo

2 Commenti

Lascia un commento