Browsing "pensieri"
Mag 29, 2017 - pensieri    3 Comments

Io in te amo

 

4

 


Io in te amo tutte le donne del mondo.

Amo il ricordo di una madre che mi sorrideva,

che mi scostava i capelli dal viso,

che mi asciugava le lacrime,

che mi rimboccava le coperte e che

mi accompagnava al sonno con tenere carezze,

che mi diceva “Su dai non piangere sei un ometto ormai”.

In te io amo

quella ragazzina con gli schettini

che un giorno ormai lontano

si fece incontro sorridendo

tendendomi la mano chiese

Dai pattiniamo insieme vuoi?”

Io in te amo il ricordo del primo sorriso,

della prima complice stretta di mano

del primo bacio d’amore.

Amo il ricordo di tutte le donne che ho conosciuto,

quelle che ho amato non corrisposto,

quelle che mi hanno amato non corrisposte,

in te amo il volto indistinto

che mi sorride ogni notte

al limitare di un sogno.

In te amo la nera donna d’Africa,

l’algida donna nordica,

la tenera donna latina.

Io in te amo ogni madre,

ogni moglie, ogni figlia

che ogni giorno affrontano la vita

con un sorriso e uno sguardo di tenerezza.

Io in te amo tutte le donne

che mi amano e che io amo.

Io in te,

amo l’amore.

 

                                                                                                  

Apr 24, 2017 - pensieri    No Comments

presunzione d’ignoranza

26af34a2389c67a358087afd4ee0f241.jpg

 

 

 

 

 

 

Peter Pan sta ancora cercando la sua ombra, evitando però di passare davanti agli specchi, che potrebbero rivelare quanto lui cerca di ignorare, le piccole rughe agli angoli degli occhi, l’argento dei capelli che ormai ha preso il sopravvento, un leggero accenno di pinguedine che un po’ di sport e di attività fisica riescono a tenere sotto controllo ma non ha eliminate completamente e che solo un opportuna quanto indifferente contrazione dei muscoli addominali riesce a celare agli altrui sguardi. Ma i piccoli acciacchi quotidiani, quei piccoli dolorini che a caso e senza una ragione apparente appaiono e scompaiono, saltuariamente ed in luoghi sempre differenti, riducono la tua presunzione di ignoranza in frammenti, e fuori continua a piovere…

 

Apr 20, 2017 - pensieri    No Comments

potrei dire…

10253853_1023410231009752_3475019883860507685_n

 

sì, potrei dire tante cose, come non dire nulla, potrei dire che amo questo mondo, ma che odio questa gente, che ci sta appiccicata addosso, che si arrampica su ogni dove pur di toglierti la luce. Potrei dire che amo poche persone e che ne odio molte, o meglio che non le tollero, non le sopporto, odiare è un sentimento forse più forte dell’amore e queste non lo meritano. Potrei dire che penso che la vita sia bella e che debba essere vissuta, troppo bella per essere sprecata, potrei dire che un solo tramonto non potrà mai essere eguagliato da una sinfonia di Beethoven, ma che diventa sublime, osservare quel tramonto ascoltando quella musica, potrei dire che vorrei vivere in silenzio ascoltando le tue parole…………….

Apr 16, 2017 - pensieri    No Comments

Riflessione su testo altrui

1084

 

Siediti ai bordi dell’aurora, per te si leverà il sole.

Siediti ai bordi della notte, per te scintilleranno le stelle.

Siediti ai bordi del torrente, per te canterà l’usignolo.

Siediti ai bordi del silenzio, Dio ti parlerà.
Swami Vivekananda

 

Ho visto il levare del sole

ho visto il brillare delle stelle

ho udito il canto dell’usignolo,

ma seduto al bordo del silenzio

ho ascoltato solo l’eco delle mie domande

 

Mar 28, 2017 - pensieri    No Comments

Te voeuri ben

COPPIA DI ANZIANI SORRIDENTI SEDUTI SU UNA PANCHINA SI COCCOLANO AFFETTUOSAMENTE ORIZZONTALE, B/N, ESTERNO, PA, SORRIDERE, SEDERSI, COCCOLARE, COCCOLARSI, AFFETTO, AMORE, ANNI 60 NEG. ORIG. PUBLIFOTO - ANGELO MEZZANOTTE *** Local Caption *** 00054840

 

Tipica espressione dialettale lombarda con suoni leggermente diversi a seconda della città in cui viene pronunciata, “ Ti voglio bene” , Sembra un espressione banale, superficiale, ma non è così in effetti in queste semplici parole è espressa in sintesi un intera vita di coppia ed è la spiegazione della durata di un matrimonio.

Te voeuri ben” detta con un sorriso, con un carezza, con un bacio affettuoso, diventa un concentrato di tenerezza sincera che accompagna la comunione di una vita di due persone. Considerare che un matrimonio possa mantenersi stabile a causa dell’ “Amore” quello con la A maiuscola o sul sesso è pura utopia. Troppe le occasioni di amore, sesso e passione che si presentano al di fuori della vita a due. Se ci si dovesse basare solo su questi fattori un matrimonio non durerebbe più di 2 o 3 anni, altro che la crisi del settimo anno, sarebbe sempre e solo ogni giorno “la solita minestra riscaldata” e neppure la presenza dei figli, determinante in passato, riuscirebbe al giorno d’oggi, come accade sempre più spesso, a mantenere salda l’unione. Ma quel “Te voeuri ben” detto con tenerezza, una leggera stretta, uno sguardo complice, un bacio, un gesto vanno oltre l’amore e il sesso, sono l’esternazione di una promessa, sono il rispetto e l’immenso affetto che dedichiamo alla persona con la quale abbiamo scelto di condividere una vita.

te voeuri ben”

La vita…

e53289e4463e72ebe3c96dff52ccb54d

 

è una gran puttana.

Ti sorride, ti guarda, ti strizza l’occhio, con fare indifferente solleva le gonne e ti mostra le gambe su, sino all’attaccatura delle cosce.

Ti lusinga, ti seduce, ti affascina e ti circuisce e quando tu alla fine te ne innamori, sempre ti presenta il conto.

Apr 22, 2016 - pensieri    No Comments

If… Se…

God

 

 

If…. se

 

Mastico poco l’inglese, anzi quasi per nulla, evito di usare nei limiti del possibile terminologie in questa lingua a me aliena, dico sempre fine settimana e non week end, ma di certo non posso dire topo in luogo di mouse, però dove possibile evito, però… però “If” se … questo piccolo congiuntivo in inglese mi ha sempre affascinato. If… già il suono nel pronunciarlo ha un che di magico, di misterioso, sospeso ed ineluttabile. Ma perché proprio ora e proprio if.. già perché? Perché diciamo che mi sono posto una domanda alla quale cerco da tempo di rispondere. Ma Dio esiste? Onestamente credo di avere risposto da tempo, o quanto meno a livello personale ho raggiunto una mia convinzione, no io non credo in dio e lo scrivo in minuscolo non per una forma di mancato rispetto ma solo perché lo considero un termine generalizzato e relativo a tutti gli dei venerati ora e in passato sulla terra, tutti, e dico tutti hanno nei confronti delle storia umana delle pecche di credibilità, alcune macroscopiche, altre abilmente celate all’interno di dogmi e di falsi storici abilmente costruiti nel corso di secoli e non verificabili. Ma comunque non posso affermare con certezza che un dio non esiste, posso solo affermare che non credo in nessun dio. O quanto meno non credo che “se”… eccolo il mio piccolo congiuntivo che viene al nocciolo delle questione, comunque dicevo che “se dio esistesse” – if god existed” (questa suona meno bene) sicuramente non riuscirei ad associarlo a nessun dio proposto dalle nostre religioni. Il Dio creatore dell’universo, dispensatore del bene e del male, il solo depositario della verità e del sapere, naaaaa, troppo scontato. Io me lo vedo come un vecchio signore incanutito, all’interno del suo laboratorio, nel centro dell’universo, avvolto in un camice bianco, (avete presente Einstein?) intento a elaborale le sue invenzioni, le sue teorie, i suoi passatempi. Che all’improvviso costruisce una trottola, tutta colorata di forma ellissoidale, con la quale ci gioca per alcuni millenni, (il suo concetto del tempo è decisamente diverso) poi annoiato la getta fuori dalla finestra senza rendersi conto che quella minuscola trottola, quell’esile ellisse è in grado di auto riprodursi, ma allora se… IF…..

E comunque “If god existed” se dio esistesse, vorrei che fosse donna.

Pagine:12345678910»