Browsing "Senza categoria"
Nov 13, 2017 - Senza categoria    No Comments

Monologo da un dialogo di un forum perso e domande senza risposta 4

00 zx101008 016 bn

 

 

Il nulla. Vi siete mai chiesti
veramente cosa sia il nulla? Il nulla, è l’assenza di tutto, niente più rumori, niente più suoni ne parole ma nemmeno più silenzio. Niente luci, niente colori e neppure niente buio, nulla, ne caldo ne freddo, non il piacere di un raggio di sole, ne la frescura dell’ombra, ne la sensazione dell’aria che sale nelle narici con i suoi mille odori, ne dei capelli smossi da uno spiffero di vento. Non più pensieri, l’assenza dei dolori e delle gioie, dell’amore e dell’odio, dei desideri e dei sogni, già il nulla. Immaginate di chiudere gli occhi e di perdere tutto, assolutamente tutto anche la sensazione di questo ultimo pensiero e del fatto che qualche cosa sia mai stato e se non vi riesce di immaginarlo se questo pensiero vi spaventa, forse è meglio che vi domandiate ancora una volta “Cosa farò da grande?” e che troviate una risposta soddisfacente e comunque forse è meglio che iniziate a pregare

 

oggi e domani …
sai le volte che mi sono sentito Peter Pan? le volte che ho cercato di ritrovarmi dentro quell’ombra smarrita? e ho finito per cercare dentro me stesso quell’isola che non c’è solo perché non la si può vedere da fuori…

 

oggi e domani ..,
l’ombra è solo l’illusione di ciò che noi pensiamo di essere il rispetto e l’educazione si sono persi ormai nei ricordi di un lontano passato, ammesso che ci siano mai stati e se per caso ne parli, ti accusano di fare retorica,

pensieri veloci …

 

qui si è verificato il contrario, una mattinata grigia e spenta si è trasformata in uno splendido pomeriggio, il sole splende sui monti e sul lago. Sì, ritengo che i sogni diventino pericolosi quando cessano di essere sogni, e noi ci sforziamo di farli divenire realtà, è allora che i sogni cambiano aspetto e si trasformano in illusioni. Anche a me succede la stessa cosa, soprattutto la notte, quando il forum è deserto, apro una finestra e senza sapere cosa inizio a scrivere ed alcune volte mi rendo conto di ciò che ho scritto solo quando rileggo, le dita non riescono mai a seguire i pensieri, non le mie almeno e troppe volte la voglia di rincorrerli mi porta a scrivere strafalcioni, refusi appunto… e scusa ma per noi non ci saranno posteri ad esprimere giudizi ed in fondo è molto meglio così
era tanto
che non postavo più una buonanotte nel mio piccolo forum, ora sono tornato qui, e qui conto di rimanerci a lungo, sì lo so, sono quasi solo a postare, e saranno pochi a leggere, ma mi piace questo forum così com’è, con le sue parole, con i suoi post quasi sempre singoli e senza risposte, ma proprio per questo più belli e puliti, buonanotte forum a domani

 

Virgilio – La lezione
Virgilio il poeta? No, no, Virgilio il forum, non le persone che ci scrivono, proprio lui Virgilio, e che cosa avrà mai da insegnarci Virgilio? L’altra mattina svegliatomi, sono entrato in forum, ed ho notato con rammarico che Virgilio aveva , arbitrariamente, cancellato la maggior parte degli scritti di questo forum e anche di tutti gli altri e non ho nascosto il mio disappunto la cosa effettivamente mi aveva indispettito. Ora, penso invece di dover ringraziarlo in quanto Virgilio ha riportato il forum nella giusta misura e non mi riferisco al fattore numerico, avrei dovuto dire alle sue giuste dimensioni, alla sua importanza? Forse sì, ed ha riportato anche me a più modeste dimensioni, riducendomi il forum mi ha semplicemente ricordato, che in quanto ho scritto e postato non vi era nulla di essenziale, nulla che io non possa riscrivere, e nulla che altri non avessero già scritto o siano in grado di scrivere in modo certamente più corretto. Grazie Virgilio, in questo modo avrò l’occasione di scriverle nuovamente quelle cose senza pensare che forse mi sto ripetendo, o addirittura potrò scrivere esattamente l’opposto senza dovermi preoccupare delle contraddizioni
grazie

Mar 17, 2017 - Senza categoria    No Comments

Sciarada

479035125.2

C’era un dio sopra le scale

che guardava giù

Sotto c’era un animale

che guardava su

Poi improvviso sulla scena (a metà scale)

sei arrivato tu

Ora il dio e quell’animale

non ci sono più

Mar 15, 2017 - Senza categoria    No Comments

Audience

2271433472_1f3d7e1be2_z

Eccolo, è laggiù.
Cammina rasente i muri,

nel buio

odiando la luce del sole.
Ma nel buio attende,
il fascio di luce
di un riflettore.

Feb 27, 2017 - Senza categoria    No Comments

Tempo

812854472

 

 

 

Un secondo,
un minuto,
un’ ora,
un giorno,
una settimana,
un mese,
un anno,
una vita.
Un attimo.

 

Nov 21, 2016 - Senza categoria    No Comments

Stendardi

Scansione0037 b bn (2)

 

 

 

Perché di nuovo?

Improvviso, sgomento.

Non posso ma voglio.

Che fare?

Restare in silenzio,

parlare, gridare.

Di rabbia,

imbiancate le nocche,

nel desiderio assorto

non guardo a chi,

al mio fianco,

abbassa gli occhi e tace,

mentre a libertà

nuovi stendardi innalzo

ad aspettare

di un nuovo vento il soffio.

 

 

Feb 25, 2016 - Senza categoria    No Comments

Un fiore fra tanti

fiori-margherita_NG1

 

 

Verde era il prato
disseminato di fiori
ed io fra i tanti
lì stavo
sognando ogni giorno
di rugiada una goccia
e del sole un raggio
che portasse il calore.
Poi improvvisa una mano
si china e mi coglie
lo strappo, il dolore,
poi, mi porta alle labbra
mi annusa mi sfiora,
con grande dolcezza
mi parla d’amore.
La gioia è improvvisa
(scordato ormai il gesto
lo strappo violento,
scordata la pioggia
scordato anche il sole)
è solo la gioia che sgorga
nel cuore
perché sono l’unico,
suo vero fiore.
Istanti inebrianti
sussulti di gioia
carezze sospiri,
parole eccitanti,
le labbra salate,
pensieri esaltati e
sguardi sognanti.
Poi quel gesto improvviso
lo sguardo distratto,
la mano sudata si muove
e di scatto
io vengo scagliato
lontano,
e in quell’atto,
c’è tutta la noia
di un gioco finito
un moto di stizza
per un fiore appassito
inutili le urla,
ancor più inutili i pianti
non ti volgerai
neppur pochi istanti
io… ero solo un fiore,
un fiore fra i tanti.

Pagine:12»