Mag 14, 2017 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

…e stanco do un giro di chiave. (Suicidio assistito)

shutterstock_265887074-e1445103766273-744x431

 

 

Cuore che batti

con palpiti lesti e veloci

mantieni una vita

che ormai solo

appare,

ma il sangue che pompi

è freddo

non ha più calore,

è come benzina

in un auto

rimasta senza motore.

Ora basta,

ti prego.

Non battere più.

Ogni spinta un dolore.

Ma sono io

seduto al volante

ora allungo una mano

esitante

e stanco

do un giro di chiave.

 

 

 

(Alcune poesie anche se scritte in prima persona solo solo un tentativo

di immedesimazione in situazioni altrui è cercare di capire come si

possano sentire queste persone in determinate condizioni)

Mag 12, 2017 - poesie    No Comments

Il cammino del tempo

vita-e-morte-nel-riflesso

Mezzanotte,

in silenzio, nei campi

il vecchio giorno

svanisce nel nuovo,

e in silenzio

il tempo cammina veloce.

Ne buio

da sempre continua

il cammino del tempo.

Mag 10, 2017 - poesie    No Comments

Biglie

tintiied

 

Biglie,

piccole palline colorate

rotolano

in movimenti anarchici,

piccole gioie appena nate

muovono a ricordi antichi

che tornano,

infiorati da sorrisi

o imperlati da lacrime,

a raccontarci

chi eravamo.

Mag 8, 2017 - poesie    No Comments

Ancora

476e10db-7a33-4e34-b1aa-82b51e65015c.gif

 

Ancora una volta
fare l’amore,
giocare
senza falso pudore
prendere e dare.
In un dolce silenzio
sentirti ansimare,
salire, salire,
andare in crescendo
ed infine gioire.
E ancora una volta
tenerti vicina,
adagiata sul cuore
amante e bambina.
Con dolci carezze
sfiorarti le spalle,
sentirti vibrare
di sotto la pelle.
La labbra posate
vicino al mio viso
gli occhi spalancati
in un muto sorriso
sussurri pian piano
senza più pudore:
“Ancore ti prego,
facciamo l’amore”.

Mag 6, 2017 - poesie    No Comments

tu

gallery_4be5b4d122a4a_DSC0015

Tutti nella vita abbiamo avuto, abbiamo, o avremo una Tu od un Tu in grado di provocarci queste sensazioni

Mi sei entrata nel sangue,
sei come una febbre che aumenta,
che urla, che chiede
sei…
sei come la sete
che sorge impellente
e improvvisa
d’avanti a una fonte
di limpida acqua sorgiva.
Sei…
sei tutto e sei niente,
se niente vuol dire una fiaba,
se tutto vuol dire una vita.
Più volte ho curato la febbre
ma al solo pensarti tornava.
Ho anche cercato altre fonti
volendo placare la sete,
ma a niente serviva,
la sete sorgeva di nuovo
più forte e più viva.
Per questa mia febbre bruciante,
per questa mia sete ossessiva,
tu sola la fonte,
di limpida acqua sorgiva.

Mag 4, 2017 - poesie    No Comments

very important person

omg-monumenti-funebri-10-provv

VIP

Prima egli era tutto

signore e padrone,

despota e tiranno.

Ora

sotto un freddo marmo bianco

è poco più che niente,

è

polvere soltanto

 

Mag 2, 2017 - poesie    No Comments

Big Bang

big_bang_galaxias

Squarciati cielo.
Scolla dalla tua volta
stelle e pianeti,
lascia che cadano
a frantumare il mio dolore.
Che si ammucchino
in millenarie piramidi
a soffocare la mia rabbia,
che brucino
per prosciugare la mia pena,
che entrino
ad illuminare
la disperata solitudine
della mia anima.

Apr 30, 2017 - poesie    No Comments

Ritagli

conchiglie

 Su ferme spiagge
che lentamente il mare
in dolci onde carezza,
frammenti di conchiglie
come illusioni spezzare,
giacciono.
Piccoli, solitari granchi,
peregrinando vanno
senza meta.
Pensieri
che la realtà rifugge.
Dei miei pensieri (miei)
piccoli granchi,
delle mie illusioni (mie)
conchiglie in frammenti
ciò che mi resta.

Pagine:«1234567...51»