Nov 15, 2021 - poesie    No Comments

C’è – Filastrocca politicamente s-corretta

1613383938794_2048x1152

C’è un bambino che gioca

a pallone per strada.

C’è un prete che mormora

nero dietro a una grata.

C’è una vecchia che prega

china in fronte a un altare.

C’è un becchino che aspetta

per poterla incassare.

C’è un contadino sudato

che ara la zolla.

C’è un politico astuto

che arringa la folla.

La vecchietta ora è morta

e ha arricchito il becchino

all’altare che piange

è rimasto il bambino.

L’uomo in nero ora è uscito

ed osserva la strada

e il bambino che gioca

e la cosa lo aggrada.

Il contadino ora miete

impugnando la falce

il politico astuto

ha arrosato le guance.

C’e un bambino che cade

dentro a un gioco proibito

c’è un prete bastardo

che l’ha circuito.

C’è una vecchietta che dorme

là nel camposanto.

C’è il becchino paziente

che attende un nuovo evento.

C’è un contadino in camicia

che batte il grano nell’aia

C’è un politico in tv

che non parla ma abbaia.

Il bambino è cresciuto

e non è più un bambino.

L’uomo nero è sparito,

ci ha pensato il bambino.

La vecchietta riposa

sotto a quel lumicino.

Tanto tempo è passato

morto è anche il becchino.

Il contadino è invecchiato

ed è andato in pensione.

Il tempo passando

cambia ogni situazione,

ma il politico è là

ingrassato e padrone.

C’è – Filastrocca politicamente s-correttaultima modifica: 2021-11-15T11:28:12+01:00da refusi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento