Lug 10, 2013 - poesie    1 Comment

Ritorno al dialettale

Ritorno a pubblicare qualche cosa dopo tanto tempo e si tratta di una prova in dialettale, probabilmente il mio non è un dialetto perfetto perchè, pur parlandolo discretamente ho qualche difficolta nello strivere e poi anche perchè da queste parti basta spostarsi di pochi chilometri per riscontrare delle differenze sia nelle parole che nella pronuncia. Il mio in teoria dovrebbe essere il dialetto di Como.


destino-thumb1.jpg

Selvadig

 

 

Selvadig. te set un selvadig”

inscì la me diseva la mia nona

poeu la scurliva il co’

sta pora dona,

la ghera già la cunvinziun

che in da la vita

mi saria sta nisun.

Po’ le la sutava a dim

Te set trop bun

e in de stu mund a ves trop bun

vor di dumò de ves cuiun.

Sempar de par ti

par busc e par sentèe

cul co’ in di nivul

senza mai guadà ‘n drèè.

Desedes, das de fa

perché altriment

ti in de la vita

te gavaret mai nient”

Nona se devi dit

gheret resun

e se in de la vita

mi sun sta’ nisun

l’è stada mia la decisiun,

l’è stà dumò perché

a me pias no tuta sta gent

ciapada a fa danéé.

Gent trafelata

piena de rob inutil, de bisugn

che la roba e la maza

dumò par ves ‘m quei v’un.

Selvadig, sì sunt selvadig

ma sun no pentì

sun no cambià

sun sta sempar mi,

sempar par busc

sempar par sentèè,

ma una quei volta

me sun guardà indrèè

perdù in di me pensèè

ma sempar cunten

ves de par mi, cunt i me sogn

e i me sentiment

 

 

                                      refusi



Credo occorra una traduzione per i meno addentro nell’idioma se così si

può definire.


Selvatico



“Selvatico, sei un selvatico”

così mi diceva mia nonna,

poi scuoteva il capo 

questa povera donna,

aveva già la convinzione

che io nelle vita

non sarei stato nessuno.

Poi continuava a dirmi

“Sei troppo buono

e in questa vita esser troppo buoni

vuol dire solamente esser coglioni.

Sempre da solo

per boschi e per sentieri

la testa nelle nuvole, 

senza mai guardare indietro.

Svegliati datti fa fare

perche altrimenti

tu nella vita

non avrai mai niente.”

Nonna, cosa devo dirti,

avevi ragione,

ma se nella vita

non sono stato nessuno

è stato solo per mia decisione

è stato solo perchè

non mi piace tutta questa gente

presa a fare soldi.

Genre trafelata

piena di cose inutili, di bisogni

che ruba e che ammazza

solo per essere qualcuno.

Selvatico, si sono selvatico

ma non son pentito

non sono cambiato

sono sempre stato io,

sempre per boschi,

sempre per sentieri

ma qualche volta

mi sono guardato indietro,

perso nei miei pensieri

ma sempre contendo

d’esser da solo, con i miei sogni

e i miei sentimenti.



Ritorno al dialettaleultima modifica: 2013-07-10T12:30:00+00:00da refusi
Reposta per primo quest’articolo

1 Commento

  • Salvadag nel mio dialetto. Ref, me la sono gustata e l’ho capita tutta senza utilizzare la traduzione. Mi fate cittadina onoraria? Bacio.

Lascia un commento