Browsing "genesi e nemesi"
Apr 25, 2018 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

Effimera

zzzx091010 070sov 1

 

 

Effimera,

l’illusione di una vita.

Vana

è la ricerca di una felicità,

piccoli istanti

rubati alla noia.

Occhiate di sole.

Squarci in cieli grigi.

Nella nostra anima

pioggia.

Il grande amore di ieri

oggi è già stantio.

Della risata allegra

spenta è l’eco.

Effimera

l’illusione di un domani,

come un salto nel vuoto

la vita attende

l’impatto col suolo.

Apr 1, 2018 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

Domanda

P1050948

 

Tu che sei là,
rispondi.
Chi ha forgiato
i nostri inconsulti gesti
in effimere gioie
e grevi dolori.
Chi, dei nostri
incomprensibili passi
(bave di lumaca
sulla sabbia del tempo)
è il macchinoso artefice?
Silenzio!
Là dove è andato
non c’è più voce.

Mar 30, 2018 - genesi e nemesi, poesie    1 Comment

Canzone alla vita perduta

Uggiatebn7scalo6
Il sole e la luna
descrivono archi nel cielo
buio e luce
luce e buio,
brulicanti stelle,
ancorate alla volta del cielo
silenti
come parole mai dette
agitano i nostri pensieri.
                                      Noi
                                      caduti in terra,
                                      noi,
                                      calpestati dagli dei
                                      che cosa ne sarà
                                      di noi.
Da serrate labbra
non cadono più parole,
il silenzio incombe
e come duro macigno
opprime
una mente confusa,
dove, desideri e sogni
sovrastando la realtà
la volontà relegano
in remoti affranti.                                  
                                   Noi
                                   piegati dalla vita
                                   plagiati dalla strada
                                   non combattiamo più
                                   per noi. 

Occhi fissi
persi su orizzonti finiti,
fra intersecarsi di mura
che limitano lo sguardo
a poche inutili cose
cerchiamo le risposte
a domande
che come palle da biliardo
rimbalzano fra quattro pareti
in assurde
geometrie impossibili.

                                    Noi,
                                    sonnambuli nei giorni, 
                                    noi
                                    vaghiamo nelle notti
                                    scordandoci di vivere,
                                    noi.

C’ è sempre qualcosa
che ci ricorda qualcosa.
C’è sempre qualcuno
che ci ricorda qualcuno.
Un giro di vite
poi, un giro di vite
lo spazio riduce,
il tempo comprime,
ogni giro ripete
il medesimo corso,
vicina,
sempre più vicina
è l’ultima spirale.

                                   Noi,
                                   nati sconfitti,
                                   noi
                                   ci facciamo guidare
                                   da chi deciderà
                                   per noi.

Lunghe, le ombre
degli anni trascorsi
oscurano la strada.
Sparsi, come foglie d’autunno,
mulinellando al vento
aleggiano i ricordi.
Pungenti, i ricci dei rimorsi
feriscono le mani
al raccoglitore di castagne.
Solo dolori,
nelle nostre membra,
cordoglio nella nostra anima,
per una morte inutile
per una più
inutile vita.

                                    Noi,
                                    inutili, futili eroi
                                    caduti in una guerra
                                    di cui
                                    non importava nulla
                                    a noi.

                                                                refusi

 

 

Mar 28, 2018 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

Routine

Stop the time

 

 

Ricordi/

                 inutili.

Rimpianti/

                 vani.

Rimorsi/

                 tardivi.

Domani

un altro giorno

e

un altro ancora.

Uguali.

In noi il diverso

nasce solo nel sogno

trafitto

ogni volta

dall’irritante suono

di un eterna sveglia.

Ogni mattina

l’entusiasmo muore

soffocato

dal suadente abbraccio

di un indistruttibile abitudine.

Mar 24, 2018 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

Grumi

00 nbf P1050048 1

 

Indizi
che il cervello non coglie.
Suggerimenti
acrostici irrisolti.
Volute di fumo
rapprese in gelidi antri.
Parole
gettate su spogli fogli.
Amori
dimenticati nel tempo.
Sangue
rappreso su labbri di ferite.
Grumi.

Mar 12, 2018 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

Equilibrio

guardar-el-equilibrio

 

 

Come brume nascenti dal mare

fra i fiumi del sonno

confusi pensieri

nel dormiveglia salgono

a coprire il cervello.

Ricordi,

rimorsi,

rimpianti,

rimescolati generano

tremolanti immagini

che assommano

il sogno all’incubo,

ingigantendo i dubbi

di un piccolo io

perennemente in bilico

fra anima e corpo.

Feb 5, 2018 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

…annovero

small-man-grand-nature-landscape-photography-13

Dov’è il mio posto?

Dove,

la mia ultima spiaggia.

Scopo perso

in lontani millenni

Quale il fine?

Arrovellandomi confondo

la realtà e il sogno

l’uomo e Dio

la vita e la morte.

Sempre più solo

annovero

innumerevoli

inutili gesti.

 

Dic 26, 2017 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

Persi

evolution-white1

 

Perché?
L’eterna domanda
a cui nessuno risponde.
Lo scopo ultimo
rimane celato.
Confusi pensieri
inseguono
ideali, dogmi e teorie
che sempre più lontano
portano dal vero.
Persi
nelle realtà virtuali
non scorgiamo più
orizzonti.
Inseguendo il mito
dimentichiamo il bisogno,
riducendoci
a mendicare il tempo.
Silenzi
coperti da frastuoni
osannano
l’idiozia di una specie
ridotta
a singolo individuo.

Dic 5, 2017 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

Prima o poi

rosadivetro

 

Prima o poi
verrà qualcuno
a dirmi chi sono.
Prima o poi verrà
e mi leggerà la mano.
Mi guarderà negli occhi
e poi mi sussurrerà piano,
non darti pena non sei nessuno.

Pagine:1234567»