Mag 14, 2017 - genesi e nemesi, poesie    No Comments

…e stanco do un giro di chiave. (Suicidio assistito)

shutterstock_265887074-e1445103766273-744x431

 

 

Cuore che batti

con palpiti lesti e veloci

mantieni una vita

che ormai solo

appare,

ma il sangue che pompi

è freddo

non ha più calore,

è come benzina

in un auto

rimasta senza motore.

Ora basta,

ti prego.

Non battere più.

Ogni spinta un dolore.

Ma sono io

seduto al volante

ora allungo una mano

esitante

e stanco

do un giro di chiave.

 

 

 

(Alcune poesie anche se scritte in prima persona solo solo un tentativo

di immedesimazione in situazioni altrui è cercare di capire come si

possano sentire queste persone in determinate condizioni)

…e stanco do un giro di chiave. (Suicidio assistito)ultima modifica: 2017-05-14T17:47:09+00:00da refusi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento